La Storia dell'Associazione

L’Associazione Italiana di Filologia Germanica (AIFG) riunisce la quasi totalità dei professori e dei ricercatori del Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/15, oltre a docenti di settori scientifici disciplinari vicini, docenti a contratto e dottori di ricerca non strutturati.

L’atto di nascita dell’Associazione Italiana di Filologia Germanica può essere considerato l’incontro che ebbe luogo a Roma nella sede dell’Istituto Italiano di Studi Germanici a Villa Sciarra-Wurts nei giorni 31 maggio-1° giugno del 1974 tra un gruppo di docenti della disciplina. Scopo di questo “Primo incontro dei Filologi germanici” fu, come si legge nel Verbale, “di stabilire un rapporto diretto con tutti i docenti della disciplina e di dare un inizio ad una collaborazione attiva fra le sedi universitarie”. Su proposta del prof. Piergiuseppe Scardigli fu stabilito anche di tenere un incontro annuale dei filologi germanici italiani. Da allora l’Associazione Italiana di Filologia Germanica organizza annualmente almeno un convegno scientifico, nell’ambito del quale si tiene anche l’assemblea dei soci. Nel corso dell’ XI° convegno dei filologi germanici tenutosi a Torino nei giorni 25 e 26 maggio 1984, l’assemblea dei soci, presidente la prof.ssa Giulia Mazzuoli, stabilì all’unanimità di costituire l’Associazione Italiana di Filologia Germanica, costituzione successivamente perfezionata a Udine in data 31 maggio 1991 presso il notaio dott. Nicola Chiumarulo con la partecipazione dei soci Anna Maria Luiselli Fadda, Maila D’Aronco, Renato Gendre, Loredana Lazzari e Maria Vittoria Molinari. L’associazione, come si legge nell’atto di costituzione, “ha per scopo la promozione e la diffusione degli studi di Filologia Germanica”.

I Consigli Direttivi dell'Associazione

Eletti dall’Assemblea dei Soci e in carica per un triennio, il Presidente e i Consiglieri compongono il consiglio Direttivo dell’Associazione. Al Consiglio Direttivo compete la direzione e la gestione dell’Associazione,nonché l’organizzazione dei convegni scientifici e di ogni altra attività culturale.

2020 – Oggi

Alessandro Zironi (Presidente), Maria Grazie Cammarota, Rosella Tinaburri.

2015-2020

Verio Santoro (Presidente), Marina Buzzoni, Letizia Vezzosi.

2009-2014

Fulvio Ferrari (Presidente), Lucia Sinisi, Alessandro Zironi.

2003-2008

Fabrizio D. Raschellà (Presidente), Fulvio Ferrari, Valeria Micillo.

1997-2002

Patrizia Lendinara (Presidente), Raffaella Del Pezzo.

1991-1996

Anna Maria Luiselli Fadda (Presidente), Renato Gendre.

1988-1990

Giulia Mazzuoli Porru (Presidente) Anna Maria Luiselli Fadda.

1985-1987

Giulia Mazzuoli Porru (Presidente), Maria Vittoria Molinari.

L'organigramma dell'Associazione

Presidente: Alessandro Zironi (Alma Mater Studiorum – Università di Bologna)

Consiglio direttivo: Maria Grazia Cammarota (Università degli Studi di Bergamo); Rosella Tinaburri (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale)

Segreteria: Davide Bertagnolli ( Alma Mater Studiorum – Università di Bologna )

Statuto

(Registrazione: 13.6.1991. Modifiche: 5.6.2003; 7.6.2007)
1. È costituita l’Associazione Italiana di Filologia Germanica (AIFG), che ha per scopo la
promozione e la diffusione degli studi di filologia germanica. L’Associazione non ha scopo di lucro.
2. La sede dell’Associazione è fissata ogni tre anni presso la sede del Presidente in carica.
3. L’Associazione è composta da soci di diritto, soci cooptati e soci onorari. Tutti i soci
godono degli stessi diritti, eccetto che per quanto previsto dall’articolo 13 del presente
Statuto. Possono far parte dell’Associazione anche istituzioni ed enti, sia pubblici che
privati………..

Regolamento

L’Associazione Italiana di Filologia Germanica (AIFG) utilizza lo strumento del
Regolamento per dare piena attuazione alle disposizioni del proprio Statuto e realizzarne
le finalità.
A. Eleggibilità e modalità di votazione
1. Norme generali riguardanti l’eleggibilità negli Organi dell’AIFG.
1.a. Possono accedere alle cariche elettive tutti i soci strutturati di cui all’art. 3 dello
Statuto.
b. Non sono immediatamente rieleggibili coloro i quali abbiano già ricoperto la medesima
carica per due mandati consecutivi…….

Elenco Soci

Elenco aggiornato al 01/01/2020

  • Maria Giovanna ARCAMONE
    Massimiliano BAMPI Università Ca’ Foscari Venezia
    Roberta BASSI      
    Marco BATTAGLIA Università di Pisa
    Simonetta BATTISTA  Københavns Universitet – Amager
    Chiara BENATI  Università di Genova
    Giacomo BERNOBI
    Davide BERTAGNOLLI  Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
    Donatella BREMER  Università di Pisa
    Jasmine BRIA Università della Calabria
    Laura BRUNO Universiteit Gent
    Dario BULLITTA  Università di Torino
    Donata BULOTTA  Università della Calabria
    Marina BUZZONI  Università Ca’ Foscari Venezia
    Antonella CALARESU
    Mauro CAMIZ  
    Maria Grazia CAMMAROTA  Università di Bergamo
    Marialuisa CAPARRINI  Università di Ferrara
    Dario CAPELLI  Università di Udine
    Anna CAPPELLOTTO Università di Verona
    Claudio CATALDI
    Laura CAVALLINA
    Daniele CAZZARO
    Martina CEOLIN University of Iceland
    Maria Carmela CESARIO  Queen’s University Belfast
    Francesca CHIUSAROLI  Università di Macerata
    Eleonora CIANCI  Università di Chieti ‘G.D’annunzio’
    Costanza CIGNI  Università della Tuscia
    Raffaele CIOFFI Università di Torino
    Maria Adele CIPOLLA  Università di Verona
    Fernanda CIRIMELE
    Gabriele COCCO  Università di Bergamo
    Sonia COLAFRANCESCO  Università di Chieti ‘G.D’annunzio’
    Marina COMETTA
    Vittoria CORAZZA
    Silvia COSIMINI
    Carla CUCINA  Università di Macerata
    Elisa CUGLIANA Università Ca’ Foscari Venezia
    Jlenia D’ANDREA 
    Valentina DANIELE
    Maria Amalia D’ARONCO

  • Giuseppe D. DE BONIS Università di Napoli “L’Orientale”
    Maria Caterina DE BONIS Università di Potenza
    Matteo DE FRANCO Università di Pavia
    Francesco DEL BOVE Università di Roma Tre
    Raffaella DEL PEZZO
    Carla DEL ZOTTO   Università di Roma “La Sapienza”
    Franco DE VIVO  Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale
    Valeria DI CLEMENTE Università degli Studi di Catania
    Maria Rita DIGILIO  Università di Siena
    Raffaele DISANTO
    Claudia DI SCIACCA Università di Udine
    Elena DI VENOSA  Università degli Studi di Milano
    Anna Maria FADDA LUISELLI
    Carla FALLUOMINI Università di Perugia
    Dora FARACI  Università di Roma Tre
    Elisabetta FAZZINI
    Claire FENNELL
    Fulvio FERRARI Università di Trento
    Marusca FRANCINI  Università di Pavia
    Daniela FRUSCIONE PISTORESI  Universität Frankfurt am Main
    Luca GENDOLAVIGNA Università di Napoli “L’Orientale”
    Silvia GEREMIA
    Laura GHERARDINI  Università di Roma Tre
    Concetta GILIBERTO Università di Palermo
    Carmela GIORDANO  Università di Napoli “L’Orientale”
    Pierandrea GOTTARDI  Università di Trento
    Dagmar GOTTSCHALL  Università del Salento
    Anna Maria GUERRIERI  Università di Roma Torvergata
    Claudia HÄNDL Università di Genova
    Angela Assunta IULIANO Università di Napoli “L’Orientale”
    Omar Hashem Abdo KHALAF Università degli Studi dell’Insubria
    Loredana LAZZARI
    Patrizia LENDINARA
    Simona LEONARDI  Università di Napoli “Federico II”
    Maria Cristina LOMBARDI  Università di Napoli “L’Orientale”
    Lorenzo LOZZI GALLO  Università di Messina
    Sarah MANTOAN
    Alfonso MÀRGANI Università di Parma
    Elisa MASTROMATTEO
    Andrea MEREGALLI  Università degli Studi di Milano
    Michael MICCI Háskóli Íslands

  • Valeria MICILLO  Università di Napoli “L’Orientale”
    Alessandra MOLINARI Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”
    Elda MORLICCHIO  Università di Napoli “L’Orientale”
    Angelo NICHILO
    Roberto Luigi PAGANI Istituto Árni Magnússon per gli studi islandesi-Università d’Islanda
    Giuseppe PAGLIARULO  Università di Torino
    Luca PANIERI  Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM
    Bianca PATRIA
    Lucrezia PEZZAROSSA
    Laura POGGESI Univeristà di Pavia
    Magda RAFFA
    Cristina RAFFAGHELLO  Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”
    Elisa RAMAZZINA
    Fabrizio D. RASCHELLÀ
    Stefano RENZI Università di Roma Tre
    Carla RIVIELLO  Università della Calabria
    Carmela RIZZO Università di Palermo
    Roberto ROSSELLI DEL TURCO  Università di Torino
    Maria Elena RUGGERINI  Università di Cagliari
    Maria Grazia SAIBENE
    Giovanna SALVUCCI
    Francesco SANGRISO
    Verio SANTORO  Università di Salerno
    Chiara SEMPLICINI  Università Roma Tre
    Max SILLER  Universität Innsbruck
    Chiara SIMBOLOTTI
    Lucia SINISI Università di Bari
    Concetta SIPIONE  Università di Catania
    Paola SPAZZALI  Università degli Studi di Milano
    Chiara STAITI  Università de L’Aquila
    Veronka SZŐKE Università di Cagliari
    Loredana TERESI  Università di Palermo
    Rosella TINABURRI  Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale
    Paola TORNAGHI  Università di Milano-Bicocca / Università Cattolica
    Paolo VACIAGO  Università di Roma Tre
    Letizia VEZZOSI  Università di Firenze
    Bruno VILLANI
    Bryan Weston WYLY  Università della Valle d’Aosta
    Alessandro ZIRONI  Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

Dottorati e Formazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur fermentum interdum orci. Cras cursus neque in suscipit dictum. Aliquam hendrerit vel lacus eget ultricies. Mauris elementum hendrerit nibh non ultricies. Phasellus at nibh quis tortor aliquet tempus. Nunc pellentesque ut ipsum id ultricies. Nullam ut ullamcorper est, sit amet consectetur justo. In arcu tellus, facilisis eu tellus sodales, tincidunt eleifend nibh. Maecenas porta volutpat lorem vitae sagittis. Cras fermentum dictum magna nec luctus. Integer fringilla, velit feugiat suscipit luctus, ligula urna aliquam risus, convallis scelerisque mi dui vitae odio. Nunc molestie quis enim eu dignissim.

Declaratoria

DECLARATORIA DELLA DISCIPLINA (MIUR, DM 18 marzo 2005)
L-FIL-LET/15 FILOLOGIA GERMANICA
Comprende gli studi sulle lingue appartenenti al gruppo germanico e sulle più antiche produzioni
letterarie, valutate con l’impiego di metodologie filologiche e linguistiche, nonché lo studio della
cultura delle popolazioni germaniche, con particolare attenzione alla sua eredità nelle aree
linguistiche non germaniche come pure agli elementi del mito e a quelli trasmessi dalla tradizione
popolare, con l’eventuale impiego dell’analisi linguistica e informatica di testi e corpora.